Vendite gennaio invariate, -0,8% su anno

Il valore delle vendite al dettaglio è fermo a gennaio 2016 rispetto a dicembre 2015 e in calo dello 0,8% rispetto a gennaio 2015. Lo comunica l’Istat. Si tratta della riduzione tendenziale più ampia da oltre un anno (novembre 2014). La diminuzione delle vendite raggiunge il 2% per le imprese di piccole dimensioni e grazia la grande distribuzione, in crescita +0,6%. Sono in aumento soprattutto le vendite degli esercizi specializzati (+3,9%), grandi negozi che vendono prodotti non alimentari come abbigliamento o mobili.
Il valore delle vendite, rispetto a dicembre 2015, resta stazionario per i prodotti alimentari e aumenta dello 0,1% per quelli non alimentari, mentre rispetto a gennaio 2015 cala per entrambi (-0,6% per gli alimentari, -0,8% per i non alimentari).
Tra i prodotti non alimentari, si registrano andamenti negativi per tutti i gruppi, con le sole eccezioni di Giochi, giocattoli, sport e campeggio (+2,5%), Utensileria per la casa e ferramenta (+1,2%) e Mobili, articoli tessili, arredamento (+0,1%). Le flessioni più marcate riguardano i prodotti farmaceutici (-3,6%) e le dotazioni per informatica, telecomunicazioni e telefonia (-2,2%).

(ANSA)

2226 Totale visite 2 Visite oggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *