Iper Ammortamento e Industria 4.0. Scadenza bando 31/12/2019

Sono destinatari delle agevolazioni tutti i soggetti titolari di reddito d’impresa con sede in Italia, incluse le stabili organizzazioni di imprese residenti all’estero.

L’agevolazione spetta indipendentemente dalla forma giuridica dell’impresa, dalla dimensione e dal settore economico in cui essa opera.

Non possono beneficiare dell’Iper Ammortamento i liberi professionisti, è un’agevolazione dedicata solo alle imprese.

L’Iper Ammortamento non può essere richiesto dalle aziende che operano in regime forfettario.

Queste imprese, infatti, usufruiscono già di benefici dovuti alla loro particolare natura fiscale.

Supervalutazione degli investimenti in beni materiali nuovi, acquistati o in leasing, funzionali alla trasformazione in chiave 4.0 (Modello Industria 4.0). Sono esempi di settori in cui possono operare le imprese beneficiarie: meccatronica, robotica, big data, sviluppo software, sviluppa materiali intelligenti, stampa 3D, nanotecnologie e internet delle cose (internet of things). Operativamente l’agevolazione consiste in un aumento del costo fiscale ammortizzabile di specifici beni ad alto contenuto tecnologico, così da diminuire la base d’imponibile dell’impresa ed ottenere un risparmio d’imposta.

Viene prevista infatti una maggiorazione pari al:

  • 170% per gli investimenti fino a 2,5 milioni di euro;
  • 100% per gli investimenti compresi tra 2,5 e 10 milioni di euro;
  • 50% per gli investimenti compresi tra 10 e 20 milioni di euro;
  • 40% per gli investimenti in beni immateriali come software e applicazioni.

L’agevolazione 2018 era fissa in una misura pari al 150%.

L’Iper Ammortamento non spetta per le seguenti categorie di investimenti:

  • Beni materiali strumentali con coefficiente di ammortamento inferiore a 6,5%;
  • Fabbricati e costruzioni;
  • Investimenti la cui parte complessiva eccede i 20 milioni di euro;
  • Investimenti che già beneficiano della maggiorazione del 150% prevista dalla Legge di Bilancio 2018.

Nel caso di investimento nel 2019 in macchinari i contributi arrivano a coprire quasi il 70% del costo.

  • Ammortamento ordinario ai fini IRES (100%)  Investimento € 100.000 – Beneficio € 24.000 – Risparmio 24%
  • Ammortamento ordinario ai fini IRAP (100%) Investimento € 100.000 – Beneficio € 4.000 – Risparmio 4%
  • Beneficio da Iper Ammortamento (+170%) Investimento € 100.000 – Beneficio € 40.800 –  Risparmio 40,80%
  • TOTALE BENEFICIO 68.800€, TOTALE RISPARMIO 68,80%

Le domande  sono presentabili fino al 31 dicembre 2019.

777 Totale visite 4 Visite oggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *