Casa Sicura, agevolazioni per interventi edilizi ad abitazioni ed attività produttive

Il Ministro Delrio ha partecipato al convegno “Ecobonus e Sismabonus, la grande occasione per la sicurezza e l’efficienza energetica della casa” organizzato dall’Ance.

“Ogni anno si spendono più di 3 miliardi di euro per mettere in ordine i danni da terremoti; adesso mettiamo a disposizione centinaia di milioni per la prevenzione. E’ un fatto culturale e sociale di grandissima importanza” ha detto il Ministro nel suo intervento. “L’Ecobonus e il Sismabonus sono già disponibili e gli italiani devono investire molto su questa misura che il governo ha messo in campo, perché valorizza sia la sicurezza che la casa.”

Casa Sicura è la nuova agevolazione fiscale per interventi edilizi antisismici voluta dal Governo nella legge di Bilancio 2017 per consentire un’ampia azione di prevenzione in Italia.

Il cosiddetto “Sismabonus” riguarda costruzioni adibite ad abitazione (prima e seconda casa), ad attività produttive e parti comuni condominiali situati nelle zone sismiche 1, 2 e 3, quasi l’intero territorio nazionale.
Per accedere all’agevolazione è necessario classificare il rischio sismico dell’edificio prima e dopo aver effettuato i lavori.

Sarà possibile detrarre nella dichiarazione dei redditi, su un ammontare delle spese non superiore a 96 mila euro, una percentuale variabile dal 50% fino all’85% secondo le tipologie di intervento.

Le spese devono essere sostenute dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2021.
I lavori devono essere stati autorizzati dopo il 1° gennaio 2017.

L’agevolazione si applica a interventi su:

  • abitazioni (prima o seconda casa)
  • parti comuni di condomini
  • immobili adibiti ad attività produttive.

La detrazione fiscale riguarda esclusivamente chi ha sostenuto la spesa dei lavori edilizi, effettuati secondo quanto indicato dalla legge.

1991 Totale visite 2 Visite oggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *